Logo Larderia Sanguinetti

Il nostro Lardo di Colonnata I.G.P.

La storia del celebre Lardo di Colonnata fonda le sue radici in tempi lontani: alcune testimonianze lo fanno risalire ai longobardi nel VII secolo D.C quando grazie all’abbondante presenza di castagni, si sviluppò l’allevamento di suini e la conseguente lavorazione delle carni. Per secoli considerato companatico “povero” dei cavatori delle Alpi Apuane, un cibo semplice dall’alto valore energetico, che doveva sostenere il cavatore per tutta la dura giornata di lavoro in cava. Questo prelibato prodotto è unico per il gusto inconfondibile, delicato che gli viene conferito dalla lunga stagionatura in conche di marmo bianco e dal microclima caratteristico solo di Colonnata, che mantengono la carne suina a temperature e umidità particolari in modo naturale. La lavorazione del lardo avviene strofinando le pareti della conca con aglio e successivamente posando a strati alterni il lardo suino, sale grosso e spezie, come pepe nero macinato, aglio fresco sbucciato e rosmarino, lasciandolo stagionare per almeno 6 mesi. Oggi, il Lardo di Colonnata IGP, è considerato un salume raffinato che possiamo gustare come piatto a sé o come ingrediente per valorizzare ed esaltare infinità di ricette.

Logo Larderia Sanguinetti

Dal 2004 è stato conferito dal ministero delle politiche agricole e forestali il marchio IGP (indicazione geografica protetta) riconoscibile dal sigillo bianco di plastica apposto direttamente sultrancio di lardo.


Perché comprare I.G.P.?

Il marchio IGP (indicazione geografica protetta) garantisce al consumatore l’acquisto di un salume tradizionale e autentico, prodotto a Colonnata, nel cuore delle Alpi Apuane, seguendo rigide regole descritte all’interno del disciplinare di produzione, come l’utilizzo di carni italiane, provenienti da allevamenti certificati, lavorate fresche, l’assenza di conservanti e una lunga stagionatura di minimo sei mesi in conche di marmo. Il vero Lardo di Colonnata IGP è riconoscibile dal sigillo di plastica apposto direttamente su ogni singolo trancio e dai loghi della comunità europea e della IGP visibili in etichetta.

Stagionatura

Il metodo di stagionatura, invariato dall’antichità, risulta essere efficacissimo dal punto di vista batteriologico, infatti grazie all’abbondante uso di sale, aglio e pepe non viene usato alcun tipo di additivo e conservante.

Ecco Alcuni consigli di uso e conservazione

Consigli d'uso

Pulire dal sale la parte superiore del lardo con la lama del coltello. Incidere la cotenna sottostante e affettare sottilmente.

Consigli di Conservazione

Conservare al fresco avvolto in un canovaccio umido, avendo cura di ripiegare la cotenna sul taglio. Il prodotto acquistato sottovuoto, può essere conservato, se non aperto, per più di otto mesi.

Right Menu Icon